Sicurezza digitale: buone norme da seguire

norme sicurezza digitaleNon è mai troppo tardi per i buoni propositi e non è sicuramente mai troppo tardi  per verificare la sicurezza dei propri dati digitali.  La routine di tutti i giorni unita all’assenza di eventi legati alla violazione dei propri sistemi informatici comporta un naturale abbassamento dei livelli di guardia ed un calo di attenzione in merito alla cyber security.  Niente di più sbagliato. Prevenire è sempre meglio che curare, operare alcuni importanti check ed implementare semplici strategie di salvaguardia è la strada giusta da percorrere per evitare futuri problemi spesso di forte entità. Vediamo insieme quali sono le accortezze da seguire per una maggiore tranquillità in ambito digitale.

 

 

Software di controllo

Un buon software di sicurezza dovrebbe far parte del corredo di qualunque dispositivo fisso o mobile.  Qualunque sia il software deputato al controllo ed alla salvaguardai del proprio dispositivo è importante che esso sia aggiornato regolarmente.  Le soluzioni sono innumerevoli.  Testarne più di una ed ottenere informazioni utili dalla comunità di utenti ed esperti per valutare quale sia quella che possa fare al caso proprio.

 

 

Aggiornare regolarmente

La tendenza della maggior parte degli utenti è quella di installare e di dimenticare di controllare con regolarità eventuali aggiornamenti del software.  Spesso, poi, capita che il programma diventi obsoleto e che non venga più aggiornato dal produttore; In questo caso è opportuno disinstallare il programma e sostituirlo con una nuova applicazione.

 

 

Eliminare li account inutilizzati

Se ti chiediamo quanti sono gli account che hai sottoscritto negli ultimi 10 anni molto probabilmente non sei in grado di darci una risposta precisa.  Effettuiamo iscrizioni di qualunque tipo ed in continuazione;  account per i social network, per e-commerce, per i pagamenti, ecc.  Tutti questi account sono delle porte di accesso a dati sensibili che sarebbe bene eliminare.  Per ridurre il rischio di furto di dati è opportuno ritrovare tutte le iscrizioni effettuate, magari operando un check sulle e-mail di conferma nello storico della nostra casella di posta elettronica, ed eliminare quelle non più utilizzate.

 

 

Modifica delle password

Sappiamo tutti ormai che una password dovrebbe essere formata da un mix di lettere maiuscole e minuscole, numeri e caratteri speciali, e che utilizzare parole presenti nei dizionari è un ottimo modo per agevolare la vita dei cyber criminali.  Oltre a ciò è opportuno, almeno per le password a protezione di dati particolarmente sensibili, implementare una routine che preveda la modifica della password a cadenze regolari.

 

 

Back up

Il ransomware continua a mietere vittime. Nonostante si parli ormai da tempo di questo malware, hacker e cyber criminali dell’ultima ora continuano a lucrare sulla disattenzione e pigrizia di molti, troppi utenti. La maggior parte di noi si rende conto dell’importanza dei propri dati solo dopo averli persi ed è disposta a pagare qualsiasi cifra (o quasi) pur di recuperare file, foto e dati di enorme importanza.  Effettuare regolarmente un back up dei  propri dati è l’unico modo per dormire sonni tranquilli e per  evitare situazioni disastrose.

 

 

App sicure

Il Black Market delle App è molto attivo ed allettante;  Sui market place non ufficiali è possibile trovare applicazioni a pagamento distribuite gratuitamente.  Oltre alla questione morale legata ad un simile comportamento esiste anche un problema legato alla sicurezza dell’applicazione in se che potrebbe essere stata modificata e potrebbe essere utilizzata per il furto di dati. Scaricare sempre le applicazione dai market place ufficiali o dai siti dei produttori.

 

 

You may also like