SEO, attenti ai falsi miti

miti seoOgni giorno un pseudo esperto di SEO armato di tenacia, determinazione e tanto tempo a disposizione propone la tecnica di ottimizzazione vincente; Il sacro Graal del SEO.  Internet è una fonte di informazioni infinita (o quasi), il problema è che spesso molte di queste informazioni sono da cestinare. Spesso chi cerca di capire quali strategie implementare per aumentare il traffico sul proprio sito si ritrova confuso ed incapace a porre in essere strategie in grado di aumentare il traffico sul proprio blog o sito web.  In questo articolo cercheremo di fare chiarezza su questo argomento menzionando i miti più comuni che contribuiscono a creare quello che molti definiscono l’anti SEO:

 

 

Il SEO costa poco

Aziende consolidate e di successo investono migliaia di euro al mese in SEO.  Esistono diverse aziende che offrono i propri servizi legati al SEO per pochi euro.  Assumere uno specialista SEO non significa investire in un esperto che modificherà semplicemente il tag Titolo o che pubblicherà un po’ di link su qualche sito legato al settore di appartenenza; una ottimizzazione efficace comporta diverse ore di lavoro e di studio del sito e del segmento nel quale si opera.  Implementare determinate strategie, apportare le giuste correzioni al sito e porre in essere azioni mirate comporta tempo e competenze specifiche.  Tutto questo ha un costo.  Non dico che occorra necessariamente spendere cifre iperboliche ma di fare attenzione a cosa si sta acquistando informandosi il più possibile sui successi ottenuti i dall’azienda in questione e sulle strategie che intende implementare cercando riscontri da terze parti.

 

 

Pubblica il sito e Google farà il resto

Non proprio.  Molti webmaser forniscono centinaia o migliaia di URL al crawler di Google sperando che l’algoritmo misterioso del motore di ricerca magicamente fornisca agli utenti le pagine del sito.  Tempo sprecato.  L’errore in questa “tecnica” non tiene in considerazione che gli algoritmi di Google sono ideati ed implementati per ricreare il più possibile il comportamento umano.   Nessun navigatore avrebbe voglia di visitare decine di migliaia di pagine web per capire quanto attinente sia quel particolare sito web alla propria ricerca.

Ogni pagina dovrebbe avere contenuti unici, di qualità e contenere accorgimenti tecnici che aiutino il crawler ad indicizzarla e contestualizzarla tra le tante pagine simili presenti sul web.

 

 

Farlo una sola volta

Non è certo il massimo veder diminuire gradualmente il traffico legato al proprio sito. Purtroppo ciò è quanto accade se non l’implementazione delle strategie di SEO non sono ripetute nel tempo.  Deputare costantemente una parte del proprio budget al SEO è importante. Occorre tener conto:

  • Degli aggiornamenti agli algoritmi dei motori di ricerca.
  • Degli aggiornamenti delle pagine web.
  • Delle offerte e delle strategie dei nostri competitor.
  • Dei contenuti obsoleti.
  • ecc.

 

 

SEO uguale manipolazione e trucchetti

Niente di più errato.  L’unico risultato che si può ottenere implementando uno dei tanti trucchetti o scorciatoie per ingannare i motori di ricerca è quello di essere penalizzati e di retrocedere.  Il vero SEO, quello efficace, è in grado di migliorare la navigazione del sito e la soddisfazione del visitatore.  Quindi:

  1. Contenuti facilmente raggiungibili.
  2. Architetture che ne migliorano l’accessibilità.
  3. Presentazione dei dati in maniera semplice e logica.
  4. Ottimizzazione del sito per la condivisione sui social network.
  5. Mobile friendly.
  6. Velocità di download del sito

 

 

 

I social Network non apportano nessun contributo

Anche se autorevoli fonti hanno dichiarato che l’algoritmo di Google non prende in considerazione le condivisioni su Facebook o il numero di follwers su Twitter ciò non significa che essere presenti sui social non serva. Tutt’altro.  Essere presenti sui social network significa essere in grado di raggiungere un alto numero di potenziali visitatori (e clienti) e di aumentare le probabilità che i nostri contenuti vengano condivisi su altre piattaforme/siti creando così un circolo virtuoso che sicuramene amplifica e migliora le strategie SEO poste in essere.

 

Occhi aperti quindi. Nessuna scorciatoia ed occhi aperti su false notizie che possono arrecare danni al nostro tanto amato sito web.

You may also like