Come ottimizzare le immagini in 3 semplici passi

ottimizzare immagini seoPer SEO si intende l’insieme di strategie tese ad aumentare la visibilità di un sito web migliorandone il posizionamento nelle classifiche dei motori di ricerca, nei risultati che non sono a pagamento: i cosiddetti “risultati organici”.  Senza il SEO il tuo sito ha buone probabilità di finire in fondo alla lista dei siti che vendono servizi e prodotti simili ai tuoi. L’errore che spesso si commette è quello di dare priorità a link, contenuti e traffico e di dimenticarsi dell’importante ruolo svolto dalle immagini in ambito SEO.  Un mark up appropriato aiuta Google a capire di cosa si occupa il tuo sito e a posizionarlo in maniera adeguata nel ranking immagini.

 

 

 

Alcuni concetti base del SEO

Per chi è alle prime armi seguono alcune strategie in grado di migliorare la visibilità del proprio sito web:

  • Ricerca Keyword: Identifica le parole chiave maggiormente utilizzate dagli utenti quando effettuano ricerche su prodotti o servizi simili o uguali a quelli da te proposti. Crea una lista ed inserisci queste keyword all’interno del tuo sito.
  • Nome dominio: Scegli un nome a dominio che sia correlato all’oggetto della tua attività.
  • Nome delle pagine: evita di utilizzare URL poco chiari ed utilizza nomi che identifichino il contenuto delle tue pagine.
  • Marketing tramite social media: Utilizza i social media per aumentare la visibilità del tuo sito e renderlo facilmente raggiungibile.
  • Testimonial e recensioni: Evita che recensioni negative inficino il tuo lavoro e allontanino potenziali clienti.
  • Backlink: Condividi i tuoi contenuti con influencer di peso tipo Quora e Reddit. I backlink (i.e. link su altri siti che rimandano al tuo) sono di fondamentale importanza in ambito SEO.

 

 

 

Come gestire le immagini

Come avrai capito, tutti gli aspetti del tuo sito rivestono una certa importanza e non devono essere trascurati. Le immagini sono componenti essenziali a cui gli algoritmi dei vari motori di ricerca dedicano una particolare attenzione. Ecco come ottimizzarle…

 

 

Nome immagini

Utilizza nomi che identifichino l’immagine e che siano correlate con l’oggetto della pagina.  Se ad esempio inserisci l’immagine di una località turistica, inserisci il nome del luogo all’interno del nome dell’immagine. Lo stesso dicasi per prodotti e servizi specifici.

 

Utilizza il testo alternativo

Il tag “alt” contiene testi che compaiono quando un utente posiziona il puntatore del mouse sull’immagine.  I testi “alt” svolgono una funzione importante anche per tutti gli utenti non vedenti.

Utilizzare Long Tail keyword (i.e. keyword specifiche composte generalmente da 3 o più termini). Ad esempio: “pizza al trancio quartiere dei navigli a Milano”; ecco il corrispondente codice HTML <img src=”PizzaMilano.jpg” alt=”pizza al trancio quartiere dei navigli a Milano”>

 

Analizza i concorrenti

  • Cerca i siti che offrono prodotti e/o servizi simili ai tuoi che reputi ben fatti e funzionali.
  • Clicca con il tasto destro del mouse in un punto qualsiasi della pagina e seleziona “Visualizza sorgente pagina”.
  • Comparirà il codice html utilizzato per creare la pagina.
  • Cliccare CTRL + F e scrivere “img” nel campo di ricerca.
  • Verrà evidenziato il codice che gestisce le immagini della pagina.
  • Avrai modo di capire quali sono le strategie utilizzate dal sito preso ad esempio ed in che modo ottimizza le immagini ai fini SEO.

Ecco un esempio preso dalla nostra pagina sui pacchetti hosting CMS:

Pacchetti Hosting CMS

Ognuna di queste immagini ha un codice html specifico e tag alt basati su determinate parole chiave

esempio img alt hostingperte

 

 

You may also like