Le migliori soluzioni per un Backup efficace

Come proteggere e conservare i propri dati al sicuro

Backup Server HostingUna corretta archiviazione dei dati rappresenta oggi una necessità per un singolo utente come per un’impresa. Come scegliere allora la migliore soluzione che permetta un backup dei dati efficace in relazione alle esigenze dell’uno o dell’altra? Se è vero che la conservazione di documenti contenuti in file e cartelle costituisce una priorità per il singolo utente, l’importanza che essa assume all’interno dell’organizzazione complessa di un’impresa è di gran lunga superiore. Le soluzioni offerte dal nostro team di supporto sono pensate proprio per soddisfare queste esigenze specifiche, guidando i clienti alla scoperta dei sistemi di archiviazione dei dati più sicuri ed efficaci.
La proliferazione dei virus e della pirateria informatica e la continua evoluzione delle modalità in cui si manifestano gli attacchi da parte degli hacker rendono quasi impossibile garantire che i dati di un sistema non siano mai colpiti o irrimediabilmente danneggiati. Esiste un solo modo efficace per proteggerli: effettuare un backup dei propri dati regolarmente, scegliendo la soluzione ideale a seconda delle proprie esigenze.

Quali sono i requisiti di un backup sicuro ed efficace

Innanzitutto, il backup di file e cartelle deve essere eseguito in una posizione di archiviazione remota, piuttosto che sullo stesso disco in cui essi si trovavano originariamente. Un simile sistema di conservazione consente di recuperare i dati ed avere accesso ad essi fuori sede, quando il server fisico è spento, in fase di riparazione o ripristino o ancora nei casi in cui è il sistema è danneggiato o compromesso. In questo modo, se si verifica un problema, il ripristino sarà rapido e completo.

I vantaggi di un simile sistema di archiviazione sono innegabili e ci permettono di introdurre il secondo requisito di un backup sicuro: la regolarità. E’ infatti necessario effettuare dei backup frequenti e regolari, che dipendono dalla necessità di aggiornamento dei dati. L’aggiornamento costante di alcuni dati fa sì che i backup debbano essere effettuati con maggiore frequenza e permette di stabilire una certa regolarità nell’archiviazione di essi. Al contrario, dati che non richiedono un costante aggiornamento richiederanno un backup meno frequente.

Conservazione dei backup nel sistema

Oltre alla frequenza con cui effettuare i backup, è necessario stabilire per quanto tempo si desidera conservarli nel sistema. La maggior parte delle soluzioni prevede, infatti, programmi che consentono la conservazione dei backup per periodi di tempo stabiliti. Che dire del caso di un’impresa che dovrà stabilire la frequenza e il periodo di conservazione dei backup nel sistema? Nella definizione di queste variabili, essa dovrà rispondere a precisi standard e requisiti di conservazione previsti all’interno della sua struttura organizzativa. Ciò che è certo è che è non è possibile conservare backup per un periodo di tempo indefinito, a causa dello spazio limitato che si ha a disposizione.

Per garantire la sicurezza nella conservazione dei dati, non basta effettuare backup in una posizione di archiviazione remota, ma è fondamentale che, nel corso del processo di archiviazione, i backup siano criptati e protetti. Poniamo il caso di un’impresa di medie dimensioni che si prefigga l’obiettivo di trovare un metodo sicuro di accesso ai dati aziendali per i propri dipendenti dall’esterno della rete. Essi infatti, tendono a memorizzare i dati su molteplici dispositivi per accedere ad essi anche fuori sede, generando così più versioni di file, difficili da controllare.

Controller RAID: sistema in grado di recuperare facilmente i dati

Una soluzione efficace per fornire risorse di archiviazione ad un’impresa che deve gestire grandi quantità di dati è rappresentata dal sistema di archiviazione che utilizza il controller RAID collocato nell’hardware per server. Si tratta di un sistema di archiviazione che assicura grande efficienza di recupero dei dati in caso di danneggiamenti dell’hardware o crash del sistema, maggiore velocità e soprattutto maggiore memoria di archiviazione. Esso prevede l’utilizzo di più unità disco piccole in un unico array, che nel computer compare come un’unica unità logica virtuale di archiviazione dati. Il metodo di archiviazione RAID funziona per mezzo della distribuzione uniforme dei dati in ogni unità dell’array, attraverso tecniche come disk striping (RAID livello 0), disk mirroring (RAID livello 1) disk striping con parità (RAID livello 5), per ottenere ridondanza e massimizzare la capacità di ripristino dei dati.

cPanel per facilitare la gestione degli account

In alternativa, il backup realizzato attraverso i vari pannelli di controllo come Plesk, cPanel, DirectAdmin etc. permette di facilitare la gestione degli account presenti su un server. Si tratta di una soluzione utile per gli utenti che hanno vari account su un server. Il pannello è accessibile da qualsiasi browser ed eseguibile su Red Hat Enterprise Linux, CentOS, FreeBSD e Windows Server 2008. Esso permette la gestione di indirizzi di posta, database e sottodomini, la protezione delle directory, la creazione di copie di backup del database. La scelta della soluzione di backup più adatta può variare in base al tipo di server o alle esigenze dell’utenza di riferimento. La nostra soluzione di backup basata su R1Soft consente di effettuare backup dell’intero server assicurando la conservazione dei dati in una posizione di archiviazione remota in maniera sicura, garantendone un ripristino più rapido ed efficace possibile in caso di crash del sistema o altri possibili danneggiamenti.

Per ricevere assistenza e ottenere maggiori informazioni per scegliere la soluzione di backup più adatta, si prega di contattare il nostro team di supporto cliccando qui.

You may also like