Drupal oppure Joomla? Quale scegliere?

Confronto Drupal e JoomleAnche se WordPress con il suo share del 24% la fa da padrone, esistono alcune valide alternative al CMS per eccellenza che vale la pena prendere in considerazione. Drupal e Joomla sono i due CMS che seguono a ruota WordPress e che in questo articolo cercheremo di analizzare valutandone caratteristiche e punti di forza.

 

 

 

Joomla  

Joomla, la cui popolarità è in continua ascesa, occupa il secondo posto nella classifica dei CMS più utilizzati. Al momento supporta ben 3 milioni di siti web.

In termini di complessità Joomla si posiziona tra il semplicissimo WordPress ed il più avanzato Drupal. Chi opta per questo CMS dovrà mettere in conto una curva di apprendimento un po’ più lunga rispetto a WordPress; I risultati, però, ripagheranno lo sforzo iniziale necessario a padroneggiare questo sistema.

Alcuni vantaggi:

  • Installazione semplice.
  • Non necessaria la conoscenza di PHP, CSS o HTML.
  • Gestione utenti e permessi semplice.
  • Facile l’implementazione di un e-commerce.
  • Migliaia di estensioni disponibili.
  • Ottimo supporto.
  • Pannello di controllo avanzato.
  • URL SEO Friendly.
  • Aggiornamenti semplici tramite browser.

 

Svantaggi:

  • Anche se semplice da utilizzare, chi è agli inizi può avere qualche difficoltà a capirne appieno il funzionamento.
  • Alcuni dei moduli e dei plug-in sono a pagamento.
  • Alcuni plug-in, incompatibili con il sistema installato, richiedono modifiche del codice PHP per poter essere implementati.

 

 

 

Drupal  

Al momento i siti che utilizzano Drupal sono circa 1 milione. Molto apprezzato tra le istituzioni governative, scolastiche, NG e multinazionali. Il fatto che Drupal venga utilizzato dalla Casa Bianca la dice lunga sul grado di sicurezza che è in grado di offrire. Il suo framework avanzato e completo rende questo CMS una scelta valida per qualunque tipologia di sito web.

Un CMS consigliato solo ad utenti avanzati con capacità di programmazione; Un CMS, quindi, non per tutti.

Ecco alcuni suoi vantaggi:

  • Sicurezza ad alto livello.
  • In grado di gestire elevati volumi di dati.
  • Molteplici funzionalità (menù avanzati, gestione sondaggi, tool grafici, ecc.).
  • Robusto e performante.
  • Gestione avanzata degli URL.
  • Caricamento delle pagine veloce (caching).
  • Innumerevoli moduli, temi ed estensioni disponibili. Pulito e professionale.
  • Estremamente flessibile.
  • Stabile e scalabile.

 

Svantaggi:

  • Installazione e upgrade necessitano del supporto di uno sviluppatore.
  • Non è user friendly.
  • Curva di apprendimento elevata.
  • Necessita di competenze tecniche.
  • Temi premium e plug-in (moduli) costano molto di più di quelli WordPress.

 

 

 

 

Dai un voto a questo articolo.
Condividi

You may also like