Come risolvere i 5 errori più comuni di WordPress

Errori WordPress più comuniIn genere un sito WordPress svolge il suo lavoro in maniera egregia senza creare nessun grattacapo a chi lo gestisce; può capitare, però, che nascano problemi che ne inficino il funzionamento.

Anche se frustranti, molti di questi problemi possono essere risolti con pochi e semplici passi.  Di seguito gli errori più comuni e le soluzioni da adottare per risolverli.

 

 

 

 

Schermo bianco

L’errore è alquanto comune e in genere nasce per una incompatibilità del tema o del plug-in utilizzato.  Se di recente hai effettuato un aggiornamento del sito e questo è l’errore che ti si è presentato allora ecco cosa fare.

Soluzione:

Se riesci ancora ad accedere al pannello di controllo, effettua il login al back end del sito e disattiva temi e plugin una alla volta fino a quando non identifichi il responsabile dell’errore.  Una volta trovato, elimina il tema/plug-in e cercane un altro che possa sostituirlo.

 

 

 

Errore “modalità manutenzione”

Può capitare, durante l’aggiornamento di WordPress o di un plug-in installato, che l’aggiornamento o l’installazione non vadano a buon fine e che compaia un messaggio di errore che riporta quanto segue:

“Sito momentaneamente non disponibile per manutenzione. Riprovare fra un minuto”.

L’errore nasce perché il file di manutenzione non è stato rimosso in maniera adeguata dopo che l’aggiornamento ha avuto luogo.  Ogni qualvolta WordPress effettua un aggiornamento, infatti, viene creato il file temporaneo .maintenance

Soluzione:

Accedi tramite FTP al tuo sito, identifica il file .maintenance ed eliminalo.

 

 

 

Errore di connessione al database

Se riscontri un errore di connessione al DataBase probabilmente c’è un problema con il file wp-config.php.  Se le informazioni di collegamento al DB sono state inserite in maniera errata può sorgere un problema di questo tipo.

Soluzione:

Collegati tramite FTP al file wp-config.php, aprilo e controlla che i dati di connessione (nome del DB, username, password, host database) siano corretti.

Può capitare che il problema nasca per un limite impostato dal tuo hosting provider.  Se i dati riportati nel file wp-config.php sono corretti contatta il supporto del tuo provider e approfondisci ulteriormente la questione.

 

 

 

Memoria insufficiente

Il messaggio che compare è:

Fatal error: Allowed memory size of 5395628 bytes exhausted (tried to allocate 8744 bytes) in /web/htdocs/www.tuosito.it/file.php on line 744”.

Il limite di memoria impostato di default per WordPress è in genere di 32MB o 64MB. Limite sufficiente per la maggior parte delle operazioni di normale utilizzo di WordPress, ma per altre esigenze può risultare non adeguato. Se ad esempio attivi più plug-in contemporaneamente o se lanci un’importazione di molti dati da file xml l’operazione può interrompersi per insufficienza di memoria.

Soluzione:

Occorre identificare (sempre tramite FTP) e modificare il file di configurazione di WordPress wp-config.php aggiungendo il seguente codice:

define( ‘WP_MEMORY_LIMIT’, ’128M’ );

I valori che è possibile impostare sono i seguenti:

  • 64MB
  • 96MB
  • 128MB
  • 256MB
  • 512MB

Prima di effettuare la modifica ed impostare un valore non supportato dal tuo hosting provider ti consigliamo di contattare il supporto e chiedere conferma.

 

 

Errore di sintassi

Errore che nasce in seguito alla modifica del codice del tuo sito.  Se di recente hai aggiunto linee di codice nel tuo sito web e subito dopo hai riscontrato un errore di questo tipo è molto probabile che il problema sia legato ad un errore sintattico.

Soluzione:

La risposta è scontata; elimina il codice inserito.  Se non riesce ad accedere al tuo pannello di controllo effettua il login tramite FTP, identifica il file modificato e riporta il codice allo stato originario.

 

 

 

Dai un voto a questo articolo.
Condividi

You may also like