5 motivi per creare un blog

creare un blogSe non ti interessa far crescere la tua azienda, vendere di più, aumentare l’interesse dei potenziali clienti verso i tuoi prodotti/servizi allora chiudi questa pagina e non andare oltre con la lettura di questo articolo.

Se sei ancora qui e non hai proseguito la tua navigazione hai appena compiuto il primo passo verso la creazione ed implementazione del tuo blog aziendale.

 

 

Un errore che spesso si commette è quello di ritenere gli articoli presenti in un blog destinati a contribuire all’ottimizzazione del sito per un limitato periodo temporale.  Così non è.  La capacità di un articolo di apportare un valore aggiunto al sito al quale è collegato è duratura nel tempo e non si esaurisce immediatamente dopo la sua pubblicazione.

Ecco in che modo un blog contribuisce alla crescita di un sito e di un’azienda.

 

SEO

L’ottimizzazione di un sito ed il conseguente miglioramento in termini di indicizzazione non può che apportare linfa vitale all’attività svolta.  L’algoritmo di Google premia quei siti caratterizzati da continui aggiornamenti in termini di contenuti;  è quindi sicuramente tuo interesse creare e pubblicare frequentemente articoli correlati all’attività svolta.

 

 

Fidelizzazione del brand

Un blog costituisce un’opportunità per approfondire concetti importanti che riguardano il settore di appartenenza.  Ad esempio un articolo può essere un modo per rispondere in maniera adeguata ed approfondita a domande frequenti poste dai tuoi clienti.  Post simili, incentrati su problemi comuni, stimoleranno i navigatori a visitare di frequente il tuo blog.

 

 

Targetizzazione

Un blog è un ottimo mezzo messo a disposizione di coloro che intendono raggiungere un pubblico ben preciso accomunato da un interesse comune o da un luogo geografico definito.  Se si gestisce un’agenzia immobiliare in una determinata città, creare un articolo che intercetti quei navigatori che utilizzeranno come termini di ricerca qualcosa del tipo: “agenzia immobiliare a <nome_città>”.

 

 

Monitorizza i risultati

Grazie a Google analytics è possibile monitorare i singoli articoli e capire quali siano gli argomenti che maggiormente interessano i visitatori, dove si trovano, a che ora gli articoli vengono letti e molte altre informazioni utili per la tua attività.

 

 

Ottimizza i tuoi sforzi

Il lavoro del blogger non finisce con la pubblicazione dell’articolo, ma prosegue con l’analisi degli interessi dei lettori, rispondendo ai loro commenti, e divulgando il più possibile l’articolo anche e soprattutto tramite i social media.  I risultati di tale lavoro non tarderanno a palesarsi.

You may also like