InfiniBand da 200 gigabit

infiniband 200 gigabitIn un dei nostri post precedenti abbiamo analizzato il protocollo InfiniBand ed il successo avuto negli anni nei cluster HPC (i.e. High Performance Computing – Calcolo ad elevate prestazioni), sia per le sue caratteristiche legate ad una latenza molto bassa che per l’elevatissimo throughput.

InfiniBand è ora pronta per una soluzione ad alta velocità in grado di aumentare le prestazioni nella connettività dei data center a 200 gigabit al secondo.

 

Soluzione messa in pratica da Mellanox tramite una combinazione fra i cavi/connettori LinkX, gli switch Quantum e gli adapter ConnectX-6.

L’implementazione avviene tramite gli adapter ConnectX-6. Essi hanno opzioni con una e due porte, supportano gli standard InfiniBand ed Ethernet, integrano funzioni di cifratura e possono interagire con CPU caratterizzate da varie architetture: GPU, FPGA, Power, x86, ARM.

La soluzione ad alta velocità si avvale, inoltre, del nuovo switch Quantum in grado di gestire 40 porte a 200 gigabit oppure 80 porte da 100 Gbps. La capacità di switching complessiva è di 16 terabit al secondo con una latenza di 90 nanosecondi. L’elettronica di questi switch fungerà da base per altri switch top-of-rack e per sistemi modulari a 800 porte da 200 Gbps.

Per tale velocità occorrono cavi adatti; parte della soluzione sono quindi i nuovi cavi Mellanox LinkX. Si ipotizzano soluzioni future in rame e in fibra ottica.

Al lancio per il 2017 è stato annunciato, inoltre, il supporto da parte di diversi produttori di sistemi di storage e server tra cui HPE, Dell EMC, IBM, Huawei, Lenovo e Inspur.

You may also like